news

06 Aprile 2020

MISURE IMMEDIATE CONTRO LA PANDEMIA ECONOMICA

Documento di Confimi Puglia con quattro punti

Confimi Puglia, confederazione dell'Industria Manifatturiera Italia e dell'Impresa Privata, ha messo a punto un documento, con quattro punti, per chiedere misure immediate contro la pandemia economica. Qui di seguito il pdf, con il testo completo.
Pdf Confimi Puglia pandemia economica

ULTIME news

02 Luglio 2021

RAPPORTO CERVED SU SOSTENIBILITA’, LA PUGLIA E’ IN CRESCITA

Il Presidente Confimi Puglia, Ventricelli: "possiamo fare di più".

La Puglia è tra le prime nel Sud, seconda, ma solo quattordicesima a livello nazionale per sostenibilità economica, sociale e ambientale. Lecce si pone ai vertici nazionali per sostenibilità ambientale e Bari è prima nella classifica generale tra le province del Sud Est, ma al 45simo posto. E' quanto emerge dal Rapporto Cerved Italia Sostenibile. Per il presidente di Confimi Puglia Sergio Ventricelli, "si può fare di più. Come? Dobbiamo smetterla di guardare al Sud, come termini di paragone, e puntare lo sguardo verso regioni meglio posizionate di noi. Alzare l'asticella, dunque, facendo investimenti mirati e creando le condizioni giuste per diventare primi tra i primi". Nel rapporto, tra le altre note, emerge chiaramente come la stagnazione dell'economia italiana degli ultimi decenni è il principale freno alla sostenibilità del Paese, che ha investito poco in servizi di welfare e nella tutela del territorio, mantenendo comunque buone performance, rispetto alle medie europee, in termini di emissioni di gas serra e di energia da fonti rinnovabili.

07 Giugno 2021

CONFIMI MECCANICA, ACCORDO PER IL RINNOVO DEL CCNL

Il Presidente Confimi Puglia Meccanica, Pellicola: "Primo passo".

"E' un primo passo". Così Carlo Pellicola, Presidente di Confimi Puglia Meccanica, dopo la sottoscrizione di quest'oggi a Roma, tra Confimi Meccanica e FIM-CISL e UILM-UIL dell'ipotesi di accordo, per il rinnovo del CCNL Confimi Impresa Meccanica applicabile alla piccola e media industria metalmeccanica, orafa e dell'installazione di impianti, scaduto il 31 maggio 2019. L'accordo, fatto salvo quanto eventualmente previsto per i singoli istituti, decorre dal 1° giugno 2021 e scade il 30 giugno 2023. In particolare, l'ipotesi di accordo prevede gli aumenti salariali, l'aggiornamento degli istituti contrattuali, quali il contratto a tempo determinato e il contratto Socrate, l'impegno a rivedere il sistema di inquadramento professionale (e l'abolizione della prima categoria a far data dal 1° gennaio 2022), una migliore definizione degli elementi della retribuzione (con l'introduzione dei flexible benefits), una disciplina completa sul lavoro agile ed altre migliorie, che saranno oggetto di analisi in una successiva circolare esplicativa.