logo

news

11 Maggio 2023

AGGIUDICATA LA GARA PER LA CAMIONALE DALL’ A14 AL PORTO DI BARI

Ventricelli, Confimi Puglia: "Opera strategica per le nostre industrie"

La Città metropolitana di Bari ha aggiudicato, in via provvisoria, la gara la per la realizzazione della Camionale di Bari, l'opera strategica che collegherà l'autostrada A14 con il porto di Bari. _"Un'opera lungamente attesa e strategica per la nostra industria. Una volta completata si valorizzerà il sistema logistico regionale, con il coinvolgimento di tutti gli attori (aree portuali, interporti, vettori di trasporto). Una leva economica essenziale, per posizionare questa area geografica al centro di flussi economici internazionali, soprattutto verso il Maghreb, i Balcani e il Medio Oriente_". Così il presidente di Confimi Puglia Sergio Ventricelli all'indomani dell'aggiudicazione della gara per la realizzazione della Camionale di Bari. L'arteria si snoderà lungo un percorso di quasi 11 km, con l'obiettivo di collegare in maniera diretta l'A14 con la zona industriale del capoluogo, l'aeroporto, l'interporto fino allo scalo portuale. L'intervento è stato appaltato attraverso lo strumento dell'Accordo Quadro di durata quadriennale, per un importo complessivo dei lavori di 223 milioni di euro. Il prossimo adempimento è la verifica della documentazione a cui seguirà l'aggiudicazione definitiva. Il contratto verrà stipulato fra 45 giorni. Quest'opera smaltirà i flussi di traffico pesante diretti verso il porto di Bari tramite un accesso diretto all'area portuale, senza passare dal cuore della città. La realizzazione di questa nuova infrastruttura riorganizza l'assetto dei collegamenti tra le vie di comunicazione della città di Bari e dell'intera area metropolitana, alleggerendo le viabilità critiche attraverso una progettazione integrata e interessa i territori di tre comuni: Bari, Modugno e Bitonto. Verrà, inoltre, realizzato un nuovo casello a metà strada tra quelli di Bitonto e di Bari Nord, con la zona industriale di Bari, con l'aeroporto di Bari Palese, con l'Interporto Regionale della Puglia e, infine, con il Porto. Il tratto terminale dell'opera, dalla intersezione a rotatoria con viale Europa sino all'ingresso nel porto (colmata di Marisabella), è costituito da una viabilità dedicata, senza alcuna altra intersezione con la viabilità ordinaria della città.

ULTIME news

12 Giugno 2024

IL G7, LA PUGLIA E L’INDUSTRIA FELIX: COME CAMBIERA’ IL NOSTRO FUTURO

Ventricelli (Confimi Puglia): "Evento socio-economico di portata assoluta"

"E alla fine è accaduto davvero. Dopo una crescita sociale esponenziale negli ultimi trent'anni, la Puglia è alla prova di maturità, ospitando il G7, un evento di portata assoluta, che potrebbe catapultare la nostra regione in una visione da industria felix inimmaginabile". Così, Sergio Ventricelli, numero uno di Confimi Puglia e vice presidente nazionale della confederazione dell'industria manifatturiera italiana, sull'evento che sta portando in Puglia i rappresentanti delle più grandi economie democratiche della terra. "Utilizziamo questa occasione irripetibile - ha aggiunto Ventricelli - per promuovere i nostri industriali, che lavorano quotidianamente per modernizzare la regione e creare percorsi spesso invisibili in un territorio dalla posizione privilegiata, tra Est e Ovest, e ad alta capacità produttiva, che si è fortemente consolidata. L’assegnazione del G7, evento senza precedenti, posiziona la Puglia al centro del mondo non solo per le sue peculiarità sociali, ma anche per un solido sistema industriale basato sulla ricerca e l’innovazione, figlia soprattutto della visione e della lungimiranza delle sue aziende, che sono chiamate a costruire percorsi sistemici, spesso basandosi sulla resilienza dei loro fondatori". Ma come si fa a valorizzare tutto questo? "Lavorare senza sosta - continua Ventricelli - per instaurare buoni rapporti con personalità del mondo industriale italiano e internazionale, attraverso relazioni stabili, efficaci e durature, fare attività di lobbying e influenzare le istituzione politiche, promuovendo il finanziamento di progetti di ricerca favorevoli allo sviluppo del territorio, in modo da intercettare i migliori laureati o studiosi nel campo o nella scienza di interesse, aumentare l'immagine e la considerazione sociale della Puglia e della sua attività, procurando così una pubblicità indiretta alle nostre imprese. Valorizzare questo evento significa promuovere l’Industria felix, raccogliere sotto un “nobile cappello” le nostre imprese che farebbero da motore ideologico ed economico a un processo di stabilizzazione della cultura industriale pugliese, supportando idee, progetti, sviluppo, con l’obiettivo di creare una società economica migliore e più competitiva. Il valore dell’impegno va orientato soprattutto nell’innovazione delle forme di intervento, un tema chiave nella ridefinizione dei ruoli tra il campo pubblico e quello privato. In questo senso, bisogna lavorare senza sosta, affinché il dialogo con la società civile, nell’elaborazione di soluzioni a problemi complessi, il ruolo delle partnership nella progettazione di azioni che possano essere efficaci, l’armonizzazione e la coordinazione di diversi ambiti sociali, tecnici e professionali per rispondere alla complessità delle sfide contemporanee, diventino la strategia principale per stimolare processi virtuosi di crescita e di rafforzamento della società. Un modello ambizioso e competitivo, strutturato nelle possibilità derivanti dalla posizione indipendente delle imprese. Una ideale parte terza nella contrattazione tra società e potere economico, soggetti credibili e affidabili sia sul piano del dialogo con la società civile, sia a livello politico, tali da poter giocare un ruolo strategico importante nell’individuare e indirizzare precise azioni per affrontare i problemi del presente, ma che guardino consapevolmente al futuro".

24 Maggio 2024

Assemblea nazionale nella sede di Confimi Trentino Alto Adige

Ventricelli: "Occorre una politica industriale europea altamente competitiva"

Confimi Trentino Alto Adige ha ospitato la Giunta nazionale per un momento di accreditamento con i rappresentanti delle aziende e delle istituzioni locali. All'incontro, a cui ha partecipato il presidente di Confimi Puglia Sergio Ventricelli, è intervenuto tra gli altri Marco Galateo, vicepresidente della Regione e assessore provinciale all’Istruzione, artigianato, industria e commercio. Clicca qui per il servizio tv dell'evento.